MARINA ABRAMOVIC L'ARTISTA FAMOSA PER LA SUA ARTE RIVOLUZIONARIA

da TalentNCreativity

È nata a Belgrado nel 1946 l'artista contemporanea più famosa al mondo per le sue esibizioni così estreme da rimanere decisamente impresse in chiunque le abbia vissute almeno una volta.

Con due ex partigiani comunisti come genitori, fin da piccola, si ritrova ad assistere a costanti liti nel focolare domestico. In un certo senso, si abitua da subito ad una disciplina molto ferrea e ad una grande capacità di resistenza: “La mia vita è sempre stata bollente o gelida, mai tiepida. È da quando ho 17 anni che affronto tutti i giorni l’idea della morte. Questo ti aiuta a capire che cosa conta davvero. Che quel che accade adesso accade adesso e basta. A quattordici anni chiesi a mio padre l’attrezzatura per dipingere a olio. Lui mi fissò una lezione con un suo vecchio amico che tagliò un pezzo di tela e lo posò sul pavimento. Aprì un barattolo di colla e lo rovesciò sulla tela; aggiunse un po’ di sabbia e pigmenti di vari colori. Poi ci versò sopra mezzo litro di benzina, accese un fiammifero e fece esplodere tutto. “Questo è un tramonto,” disse. E se ne andò”.

Marina decide di frequentare l'Accademia delle Belle Arti di Belgrado, e nel corso degli anni inizia un percorso in cui cerca in modo ossessivo di comprendere quale sia il suo strumento per produrre tutte quelle idee che ha in testa. Provò con la pittura, senza esito. Poi tentò nel creare oggetti e statue, ma anche qui nessun risultato. Infine iniziò a sperimentare un nuovo genere, il suo.

E' diventata celebre per delle prestazioni artistiche rivoluzionarie, che esplorano a fondo i tratti dell’animo umano. La sua arte è uno strumento di libertà culturale, fà rumore, scandalizza e spesso spaventa, giocando in un limite che viaggia tra la vita e la morte. Rompe schemi e convenzioni, è sempre originale e pronta a rischiare la sua stessa vita per amore dell’arte. Spinge lo spettatore negli abissi della propria anima, sottoponendosi e sfidandosi con atti fisici affrontando prove estreme di resistenza.

Le sue opere prevedono la partecipazione del pubblico, ed è così che è stata in grado di cambiare i concetti di arte e spettacolo, perchè nella performance, è tutto vero: “Avevo sperimentato la libertà assoluta. Avevo percepito il mio corpo senza limiti. Avevo provato che quel dolore non aveva importanza. Avevo trovato il mio mezzo espressivo. Nessun dipinto, nessun oggetto da realizzare avrebbe potuto darmi quel genere di sensazione che sapevo di voler rivivere. Ancora e ancora e ancora”.

Di lei si è detto di tutto, ma di sicuro che ha rivoluzionato il mondo della performance art, rendendo ogni sua opera un evento da raccontare, un avventura, un viaggio introspettivo. Marina esplora il corpo e la mente spingendo la propria resistenza al di là di ogni limite: “E' estremamente importante uscire dalla propria comfort zone, per conoscersi fino in fondo. È così che si scopre il nuovo Io. Il fatto è che io ho voluto anche essere di ispirazione agli altri. Volevo far capire che se posso farlo io, lo puoi fare anche tu, sei tu l’unico padrone del tuo destino”.

Ha vinto molti premi e ha una sua scuola a New York, il “Marina Abramovic Institute”, in cui si testa disciplina e sacrificio degli studenti: “Essere un artista è come respirare. Nessuno si chiede se può o non può respirare, perché se non puoi allora finisce che muori. Quindi se ti svegli la mattina, e senti di avere delle idee che devi realizzare, delle ossessioni da creare, allora sei sicuramente un’artista.

FONTI:
http://www.marieclaire.it/Attualita/news-appuntamenti/marina-abramovic-chi-e
https://dueminutidiarte.com/2017/08/23/marina-abramovic-vita-opere/
http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2016-12-06/marina-abramovic-miei-70-anni-performance-il-corpo-e-dolore-091006.shtml?uuid=AD1W1O8B&refresh_ce=1
https://www.bigodino.it/design/chi-e-marina-abramovic.html
http://www.artwave.it/arte/artisti/marina-abramovic-la-regina-delle-performance/
http://freedamedia.it/2017/05/marina-abramovic-larte-le-performance-e-limportanza-della-vulnerabilita/

Pin It